Settore agricolo: gli importi contributivi 2016

Con la stesura del presente documento informativo intendiamo fornirLe, per l’anno in corso,  le aliquote, gli importi e le leggende dei contributi obbligatori dovuti dai lavoratori del settore agricolo, e nel caso di specie, dai coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali. In particolare il reddito medio convenzionale, utile per determinare la contribuzione dovuta, è pari per l’anno 2016 a 56,62 euro (1,57 euro in più rispetto allo scorso anno).
Le ricordiamo che il versamento dei contributi va eseguito in quattro rate, mediante il Modello F24, presso qualsiasi Istituto di Credito o Ufficio Postale. Più nel dettaglio, i termini di scadenza per il pagamento sono: il 18 luglio 2016; il 16 settembre 2016; il 16 novembre 2016 e il 16 gennaio 2017.

 

Premessa
 
L’Istituto previdenziale (Circolare n. 93 del 7 giugno 2016) ha pubblicato le aliquote, gli importi e le relative legende dei contributi in vigore nell’anno 2016 per i coltivatori diretti, coloni, mezzadri ed imprenditori agricoli professionali.
 
 
Contributi IVS
 
L’importo dei contributi IVS dovuti dai suddetti soggetti dipende dalla fascia di reddito convenzionale in cui si colloca l’azienda, indicati nella “Tabella D”, della L. n. 233/1990.
 
 
 
COME SI DETERMINA?
 
In pratica, la contribuzione IVS si ottiene moltiplicando il reddito medio convenzionale, pari a € 56,62 per l’anno 2016 (Direttore Generale per le Politiche Previdenziali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), e il numero di giornate indicate nella “Tabella D”, in corrispondenza della fascia di reddito convenzionale in cui è inserita l’azienda e applicando al risultato ottenuto le seguenti aliquote:
 
 
TABELLA B – ALIQUOTA DI FINANZIAMENTO
  Zona normale Zona svantaggiata (*)
Anno Maggiori di 21 anni Minori di 21 anni Maggiore di 21 anni Minore di 21 anni
2012 21,6% 19,4% 18,7% 15%
2013 22% 20,2% 19,6% 16,5%
2014 22,4% 21% 20,5% 18%
2015 22,8% 21,8% 21,4% 19,5%
2016 23,2% 22,6% 22,3% 21%
2017 23,6% 23,4% 23,2% 22,5%
dal 2018 24% 24% 24% 24%
(*) Le aree in argomento sono indicate dall’art. 15, della L. n. 984/1977, mentre per i territori montani occorre far riferimento all’art. 9, del D.P.R. n. 601 del 29 settembre 1973.
 
TABELLA C – ALIQUOTA DI COMPUTO
Anno Aliquota di computo
2012 21,6%
2013 22%
2014 22,4%
2015 22,8%
2016 23,2%
2017 23,6%
dal 2018 24%
 
 
 
Quindi, per l’anno 2016, Le comunichiamo che le aliquote da applicare ai coltivatori diretti, mezzadri, coloni e imprenditori agricoli professionali comprensive del contributo addizionale del 2% (di cui all’art. 12, ultimo comma, della L. n. 233/1990), sono le seguenti:
  1. 23,2% (ridotta a 22,6% per i soggetti di età inferiore a 21 anni) per la generalità delle imprese;
  2. 22,3% (ridotta a 21% per i soggetti di età inferiore ai 21 anni) per le imprese ubicate in territori montani o in zone svantaggiate.
-->

+39 0824 52092

info@studiocavalluzzofiorentino.it

Via Francesco Solimena n. 8
82100, Benevento (BN)